Blog dedicato alle ultime novità e alla consulenza finanziaria e patrimoniale

Truffe online: come non cascarci

Matteo Spairani, consulente finanziario

News

Una breve guida sulle truffe finanziarie che girano sul web, come riconoscerle e come evitarle.

Le truffe finanziarie veicolate tramite canali telematici sono un fenomeno in costante ascesa. Non si fa in tempo a capire cosa sia un phishing, che già ci sono nuovi fenomeni con finalità fraudolente. 

Ma come tutelarci? Il primo passo è saperle riconoscere per evitarle e segnalare l’attività illecita alle autorità competenti.

Le truffe online più comuni

Negli ultimi anni le truffe online sono diventate sempre maggiori, evolvendosi con lo sviluppo della tecnologia. Possiamo dire che sono andate di pari passo. Dalla storica truffa di Phishing ai danni di un grande operatore bancario/assicurativo a quelle che promettono di guadagnare in crypto con grande facilità per aumentare i propri risparmi, passando per i furti di identità a personaggi famosi. Vediamo insieme quelle più frequenti.

Il Phishing

La prima che mi sento di citare è quella del Phishing, ovvero quando un soggetto finge di essere un’altra persona o un altro ente affidabile ingannando la vittima per convincerla a fornire informazioni personali, codici di accesso o dati finanziari.

Sono tentativi che hanno riguardato molteplici Istituti sul territorio italiano: dalle Poste alle banche tradizionali, a quelle più presenti sul web. Qui sotto un esempio:

Truffa Phishing di un'ente che si finge Poste Italiane

Solitamente, il messaggio o l’email inviata recitava il testo dell’immagine. Cliccando sopra il link, poi, si veniva rimandati a una schermata che ricordava (lontanamente) il sito dell’Intermediario inconsapevolmente coinvolto, in cui si chiedeva di fornire i propri dati personali per evitare la sospensione del conto. Fatto questo, i truffatori, con in mano i codici, cercavamo di accedere al conto corrente della vittima, cambiare la password per bloccarne l’accesso e disporre del capitale disponibile.

Come accorgersi della truffa?

In primis un Intermediario non manderebbe mai un messaggio in tono minatorio come in questo caso. Altri sospetti, oltre al canale di comunicazione – non vengono MAI usati sms per comunicazioni di questa importanza – è il testo scritto in un italiano poco corretto, il sito che identifica che non si tratta del sito ufficiale della Banca/Intermediario, ma di un sottodominio casuale.

Un semplice consiglio: se doveste avere dubbi, prima di procedere con qualsiasi operazione, chiamate l’Intermediario o il vostro referente.

La truffa dell’identità sintetica

Tra le maggiori truffe finanziarie dello scorso anno c’è la truffa dell’identità sintetica.

Viene definita “sintetica” perché in questo caso si differenzia dal vero e proprio furto di identità, poiché non si arriva a conoscere la reale identità della persona.

Vengono sottratte solo alcune informazioni reali e create informazioni fittizie per far sì che il profilo sembri vero. Ad esempio, può essere creato un account con nome e cognome fittizio, ma utilizzare un indirizzo email con password reali per ottenere autorizzazioni e fare transazioni.

La truffa legata alle criptovalute

Criptovalute finte o di dubbio valore

Un’altra delle truffe più diffuse, che ha preso piede negli ultimi anni, è la truffa legata alle criptovalute. Questa consisterebbe nel convincere una persona ad acquistare crypto (o strumenti derivati a replica) inesistenti o dal dubbio valore, spacciandole come la moneta che svolterà il mondo del digitale.

È solo di pochi mesi fa la truffa della Cripto SQUID, che richiamava nel nome la famosissima serie televisiva trasmessa da Netflix.

Anche in questo caso la truffa si può evitare non dando credito a questi pubblicità che come richiamo promettono guadagni iperbolici. In questo caso, se si vogliono valutare investimenti, è sempre meglio confrontarsi con il proprio consulente finanziario di fiducia.

La truffa dei profili fake

Non di rado, da quando i social network sono diventati parte essenziale della nostra vita, nascono profili fasulli e non mancano le richieste di finanziare progetti oppure premi elargiti da celebrità note.

Dal contest di Chiara Ferragni per vincere un articolo limited edition alla richiesta di finanziamento di Elon Musk per il nuovo evento del Tycoon, le truffe di questo tipo sono sempre più comuni. 

Anche in questo caso è sempre consigliato verificare le fonti e il profilo di riferimento (es. la spunta blu su Instagram che attesta che sia un profilo reale e certificato).

I finti consulenti finanziari

Persona che finge di essere un consulente finanziario

Ultimo ma non per importanza, anche il mondo della finanza fisica richiede attenzione.

Un consulente finanziario abilitato, è una persona che è iscritta in un apposito albo (OCF), sempre consultabile online, dove vengono riportati i dati anagrafici e di residenza del professionista, nonché lo storico degli Intermediari presso cui ha operato, nel caso abbia un rapporto con una Società mandante. Viceversa viene indicato se il consulente opera come soggetto indipendente.

Soggetti non iscritti a tale albo, che si spacciano per consulenti finanziari, commettono il reato di abusivismo della professione.

Cosa fare se si sospetta di una truffa online

Se ci si imbatte in un sito web che propone investimenti ed operazioni “non convenzionali”,  la prima cosa da fare è verificare che sia autorizzato e iscritto negli elenchi tenuti dalla Consob, l’organo di controllo del mercato finanziario italiano. Oltre alla persona fisica, anche le società non iscritte non sono imprese di investimento autorizzate.

Controllo dell'identità di una persona o di un'attività su Internet

Prima di procedere con un investimento, per essere sicuri che sia una persona/società affidabile verifica sempre queste informazioni:

  • nome della società
  • se è autorizzata nelle operazioni
  • da chi è stata autorizzata
  • il numero di autorizzazione
  • sede legale e operativa

Fatto questo svolgi delle verifiche sul web, quali:

  • controllare il sito web per assicurarti che tutte le informazioni siano veritiere e che non sia il clone di un altro sito
  • se possibile, consultare online il registro delle imprese per un controllo ancora più approfondito
  • guardare le recensioni che trovi su Internet – Google My Business, Forum, Blog, … – per vedere cosa le persone dicono in merito

Questi sono gli accorgimenti principali per verificare la reputazione di una azienda.

Se dovessi essere vittima di truffe:

  • denuncia immediatamente il soggetto o la società alle autorità competenti
  • segnala il soggetto o la società alla Consob
  • Invia un esposto tramite il modulo esposti online

È importante adottare le necessarie precauzioni rispetto alla propria persona, ai propri dati, al proprio patrimonio. Scegli una persona con cui costruire la tua strategia di investimento personalizzata, con cui condividere obiettivi ed aspettative. Fai una scelta professionale che ti permetta di costruire nel tempo un percorso di fiducia con il tuo interlocutore. 

Contattami per una consulenza gratuita e personalizzata.

Hai trovato interessante il mio articolo? Condividilo!

Blog

News e articoli di attualità e finanza

Analisi e approfondimenti legati al mondo della finanza. Gli argomenti sono trattati in modo oggettivo per consigliare il lettore su come comportarsi per tutelare se stesso, il suo patrimonio e le persone care.

Raccontami le tue esigenze, sono qui per aiutarti.

Ascolto attivo delle tue necessità, analisi approfondita della tua situazione patrimoniale e realizzazione di una strategia su misura. Richiedi subito la tua consulenza gratuita e personalizzata.

Menu