Blog dedicato alle ultime novità e alla consulenza finanziaria e patrimoniale

Giovani ed Educazione Finanziaria: un Investimento vincente!

Matteo Spairani, consulente finanziario

News

I giovani e l’educazione finanziaria: quanto è importante il tema in Italia? Quanto si sta facendo nelle famiglie e nelle Istituzioni? E chi sono gli attori che possono aiutare la formazione finanziaria delle nuove generazioni?

L’educazione dei più giovani, da sempre, è croce e delizia non solo a livello familiare, ma anche per l’intera comunità.

Quando nello specifico si entra nel merito di un argomento così strategico nel lungo termine, come quello dell’educazione e formazione finanziaria, ecco che la situazione in Italia, si fa ancora più ingarbugliata. 

Su 20 paesi analizzati dal rapporto INVALSI (dati 2018), l’Italia si posiziona al 12esimo posto come livello di cultura finanziaria degli studenti. Il 20% dei nostri giovani ha una conoscenza insufficiente della materia e di riflesso meno del 5% raggiunge il livello di competenze più alto. Se confrontiamo il nostro dato nazionale con la media OCSE, rileviamo insufficienza solo nel 14% del campione totale (contro il nostro 20%), mentre i punteggi più alti sono raggiunti dal 10% degli esaminati (percentualmente il doppio rispetto al nostro dato).

Va in aggiunta evidenziato che la fotografia del nostro Paese presenta notevoli eterogeneità. Sono rimarcate evidenti differenze a livello geografico (il Centro-Sud maggiormente in sofferenza del Centro-Nord), sociale, di accesso alla formazione (il tipo di scuola frequentato influenza la statistica) e di genere (ragazze più penalizzate dei ragazzi). In sintesi: c’è tanto da fare, a tutti i livelli di responsabilità.

La questione di una adeguata e corretta educazione economica/finanziaria e quella altrettanto importante di quali dovrebbero essere le figure in grado di fornire la giusta consulenza finanziaria ai più giovani, rappresentano delle tematiche oggi più attuali che mai.

Educare i giovani in famiglia

La famiglia è il primo e più importante attore che dovrebbe occuparsi di educare finanziariamente i giovani.

I genitori, infatti, non possono esimersi da questo compito: la quasi totalità delle famiglie italiane comprende perfettamente il proprio ruolo formativo e ritiene che sia opportuno istruire i giovani fin da bambini sulle tematiche economiche.

Financial education

Quali sono in concreto le azioni che le famiglie possono intraprendere in tal senso?

1) Un modo semplice, ma per molti versi decisamente efficace, è quello di dare ai ragazzi una piccola paghetta periodica (settimanale o mensile) che devono imparare a gestire in autonomia. 

Lo scopo finale è quello di responsabilizzarli, portandoli sostanzialmente all’interno di una realtà concreta (e non simulata con degli avatar e dei visori) in cui possono iniziare a capire il valore del risparmio e del raggiungimento di un obiettivo (soprattutto se la paghetta viene trattata come un premio, una gratificazione per aver tenuto comportamenti positivi o per il rendimento scolastico).

2) Un approccio un po’ diverso, ma non per questo meno efficace, è invece quello di incoraggiare i propri figli a cercare dei piccoli lavori tramite cui possano realizzare i primi guadagni, imparando il valore della fatica per ottenere un risultato.

In questo caso i ragazzi non ricevono soldi direttamente dai genitori, ma devono sudarseli entrando in una sorta di micro-mercato del lavoro. Possono così capire meglio il concetto di guadagno e anche quello legato alle spese (se hai faticato per ottenere il denaro, ti risulta più difficile spenderlo con leggerezza).

3) Avere con i propri figli conversazioni sugli investimenti o sulle logiche che stanno dietro a una determinata scelta finanziaria è un ottimo metodo educativo.

I ragazzi possono imparare a non agire di impulso e a operare ragionamenti sui temi economici, oltre a iniziare a conoscere alcune attività di investimento e strumenti finanziari. 

Sfortunatamente va sottolineato che, anche in questo caso, i dati italiani mettono in luce come dialoghi di questo genere, mirati a istruire i giovani sul complesso mondo della finanza, non siano particolarmente diffusi all’interno dei contesti familiari.

La scuola come consulente finanziario

Oltre alla famiglia, non si può non citare la scuola come altro luogo fondamentale per la crescita dei giovani.

Lezione educazione finanziaria

L’educazione finanziaria non è una materia considerata probabilmente tra le più importanti a livello di scuola dell’obbligo. Tuttavia, negli ultimi 10-15 anni, sono nati diversi progetti promossi dal Ministero dell’Istruzione e rivolti agli studenti di alcune scuole secondarie di II grado, scelte a campione.

In Lombardia, ad esempio, dal 2014 si sta cercando di sviluppare le capacità finanziarie dei ragazzi all’interno dei diversi indirizzi di studio.

Questo progetto punta a formare i giovani studenti sui principali caratteri dell’economia e della finanza, sui rapporti tra costi e opportunità, i rischi e le incertezze.

Risale addirittura al 2007, invece, la collaborazione tra il Ministero e la Banca d’Italia per un altro progetto formativo a tema economico in alcune scuole campione.

In questo secondo caso l’idea è stata quella di promuovere sia iniziative di educazione finanziaria, sia percorsi specifici per competenze trasversali, usando quindi un approccio multidisciplinare.

Insomma, alcuni tentativi di porre maggiore attenzione a questa tematica sono stati fatti, ed è presumibile che programmi di questo tipo possano andare ad aumentare nei prossimi anni.

Naturalmente va sottolineato come tali progetti siano rivolti a studenti di età adolescenziale, mentre esistono studi che hanno messo in evidenza come già intorno agli 8 anni i bambini siano in grado di utilizzare strumenti tecnologici come tablet o smartphone per fare acquisti online, e in alcuni casi addirittura di fare spese in autonomia, pertanto è necessario avviare presto un percorso di avvicinamento al tema del risparmio.

Per il futuro, perciò, al fine di migliorare l’educazione finanziaria delle nuove generazioni, l’obiettivo deve essere quello di aumentare sia a livello quantitativo che qualitativo i programmi specifici proposti dalla scuola, allargando il loro raggio d’azione anche a studenti di età inferiore.

Per l’ambito familiare, invece, una buona idea può essere quella di proporre campagne nazionali di sensibilizzazione, così che nelle case italiane i temi economici e finanziari possano entrare più di frequente nelle conversazioni tra genitori e figli.

Quando il Consulente Finanziario partecipa attivamente alla formazione dei Giovani

L’associazione di categoria dei Consulenti Finanziari, l’ANASF, da oltre 10 anni ha lanciato il progetto Metti in conto il tuo futuro – [email protected] 

Un programma di educazione finanziaria per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado. L’iniziativa, avviata nel 2009 e realizzata gratuitamente dall’Associazione per l’innalzamento della cultura finanziaria dei risparmiatori, è proseguita negli anni con una crescente adesione degli istituti scolastici su tutto il territorio nazionale.

L’obiettivo è fornire ai giovani gli strumenti di conoscenza del mondo del risparmio, partendo dalle loro esigenze, per spiegare attraverso le loro esperienze l’uso migliore delle risorse che si troveranno a disposizione nel corso della vita. L’innovatività del progetto consiste nel partire dalle reali esigenze dei ragazzi per sviluppare attitudini che consentano di perseguire obiettivi definiti sulla base delle proprie priorità.

Giovani e finanza

Partendo dal concetto di ciclo di vita e dall’analisi degli eventi che scandiscono le fasi di transizione della famiglia, viene illustrato il tema del valore della pianificazione finanziaria per raggiungere i propri obiettivi in maniera efficace ed efficiente e vengono approfonditi argomenti quali investimento, indebitamento, protezione e previdenza, pianificazione.

I formatori sono Consulenti Finanziari iscritti ad Anasf, che seguono un corso di formazione specifico e ai quali l’Associazione rilascia un attestato di idoneità a svolgere l’incarico nell’ambito del progetto esclusivamente a titolo gratuito.

Un progetto assolutamente vincente, che ha portato in questi anni l’educazione finanziaria nelle scuole, con un linguaggio chiaro ed una didattica in costante aggiornamento per far comprendere ai ragazzi l’importanza della pianificazione finanziaria.

Vuoi iniziare a educare tuo figlio in ambito finanziario, rendendolo partecipe delle scelte familiari? Contattami per trovare insieme il miglior percorso di avvicinamento a queste tematiche.

Hai trovato interessante il mio articolo? Condividilo!

Blog

News e articoli di attualità e finanza

Analisi e approfondimenti legati al mondo della finanza. Gli argomenti sono trattati in modo oggettivo per consigliare il lettore su come comportarsi per tutelare se stesso, il suo patrimonio e le persone care.

Raccontami le tue esigenze, sono qui per aiutarti.

Ascolto attivo delle tue necessità, analisi approfondita della tua situazione patrimoniale e realizzazione di una strategia su misura. Richiedi subito la tua consulenza gratuita e personalizzata.

Menu